Slider

Villa con giardino


«In tema di benefici fiscali per l’acquisto della cd. prima casa, deve considerarsi “abitazione di lusso”, come tale esclusa dall’indicato beneficio, ai sensi del d.m. 2 agosto 1969, quella realizzata su area qualificata dallo strumento urbanistico comunale come destinata a “ville con giardino”, rilevando, ai fini della spettanza dell’agevolazione, non già le intrinseche caratteristiche dell’immobile, bensì la sua ubicazione, in quanto indicativa di particolare prestigio e idonea, di per sé, a qualificare l’immobile come “di lusso”, al momento dell’acquisto e non a quello della sua costruzione». Nella specie, la Suprema Corte (sent. n. 29975/’19, inedita) ha ritenuto che l’immobile, benché porzione di edificio plurifamiliare, fosse «abitazione di lusso» in quanto ubicato su area urbanistica destinata a «villa con giardino» secondo le previsioni di piano, al momento dell’acquisto.