Slider

Proroga bonus casa al 2021: la bozza della Legge di Bilancio conferma il rinnovo per un ulteriore anno delle detrazioni fiscali.

Dal bonus ristrutturazioni, fino all’ecobonus e al bonus verde, la Legge di Bilancio 2021 si appresta a dare un ulteriore anno di tempo ai contribuenti intenzionati a beneficiare delle agevolazioni fiscali sui lavori in casa.

Nell’attuale versione della Manovra manca la proroga del superbonus del 110%, la cui scadenza resta ancorata al 31 dicembre 2021. La volontà del Governo è quella di rinnovare per un nuovo triennio l’agevolazione sui lavori antisismici e di riqualificazione energetica, ma bisogna trovare le risorse.

Bonus casa, dalle ristrutturazioni all’ecobonus: proroga ampia in Legge di Bilancio 2021
Per i bonus casa si va verso una conferma completa nel 2021.

Al fine di favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio e sostenere la ripresa del settore, la bozza della Legge di Bilancio 2021, prevede le seguenti misure:

proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio (bonus ristrutturazioni);
proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020 (ecobonus 50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie);
proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l’arredo di immobili ristrutturati (bonus mobili ed elettrodomestici);
proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici (bonus facciate);
proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili (bonus verde).
La proroga delle detrazioni fiscali sui lavori edilizi è individuata come misura per sostenere l’economia e gli investimenti in ottica green.

In tale prospettiva, già il Documento Programmatico di Bilancio citava il superbonus del 110%, misura che viene definita come particolarmente rilevante per quel che riguarda la riqualificazione energetica, la messa in sicurezza sismica e lo stimolo ad investimenti ecosostenibili, come l’acquisto e posa in opera di impianti fotovoltaici, sistemi di accumulo e colonnine per ricaricare veicoli elettrici.